​La ​Juve ha un problema in più: Cristiano Ronaldo. Il portoghese sta attraversando il suo momento più buio da quando è arrivato alla Juventus. Il giocatore non è sereno, è nervoso per il ko con l'Atletico Madrid e lo si è visto anche a Napoli.


Cristiano ha allontanato le telecamere che si sono fermate su di lui nel corso del prepartita al San Paolo, negli spogliatoi, e in campo ha manifestato tutto il suo nervosismo nei confronti dei compagni. Nel momento più difficile, con la Juve in 10, Cristiano chiedeva di più ai suoi compagni, chiedeva di salire, di servirlo meglio.


Ronaldo si è sacrificato, ha corso, ma ha anche sbracciato tanto. A un certo punto del secondo tempo, dopo l'ennesima rincorsa, CR7 si è girato verso la panchina urlando: "Mister". Il portoghese è stato ripreso più volte con le mani protese verso i suoi compagni, a far segno di salire, con un atteggiamento del corpo non particolarmente felice. "Gli sbuffi di CR7 verso la panchina, le frasi sibilline dell'allenatore. E il gossip parla di feste" scrive Il Corriere della Sera: non certo il modo migliore per avvicinare il ritorno degli ottavi di Champions League.


La Juve si gioca un'intera stagione tra una settimana ma l'avvicinamento al grande appuntamento con l'Atletico non è dei migliori.