​Radja Nainggolan non nasconde il suo amore per il ​Cagliari, club che ha avuto il merito di lanciarlo definitivamente nel calcio che conta. Questo il concetto espresso dal centrocampista dell​'Inter nell'intervista concessa a BeIN Sports: "Era una famiglia, si giocava per un’isola intera. Ogni partita era una battaglia. Lì sono diventato uomo, era una sfida importante per me che mi son dovuto mettere in mostra nella Serie A. E’ stata una prova dura, ma è andata bene. Non mi aspettavo di diventare il calciatore che sono oggi".



Nessun dubbio sul miglior momento della sua carriera cagliaritana: "Il ricordo più bello che ho a Cagliari è stato il primo gol in Serie A, due settimane dopo la scomparsa di mia madre. L’unico rimpianto è che non mi abbia mai visto giocare in Serie A, ma devo tutto a lei".