Josè Callejon sta dimostrando di essere importante nel ​Napoli di Ancelotti anche se il numero di reti si è ridotto rispetto al passato. Sono infatti appena due i gol dell'esterno in campionato (lo scorso anno, al termine della stagione, erano 10, ndr). Callejon conclude meno in porta rispetto agli scorsi anni, ma resta un elemento fondamentale per il Napoli. La dirigenza azzurra vorrebbe confermarlo, ma al momento non c'è ancora l'accordo.


I mesi che mancano da qui al termine della stagione, secondo quanto si legge sull'edizione odierna della Gazzetta dello Sport,  potrebbero essere determinanti per il suo futuro napoletano. Callejon ha appena compiuto 32 anni e ha il contratto in scadenza a giugno 2020. Accordo che le parti dovrebbero ridiscutere prima che il campionato finisca. 


Il giocatore chiederà il prolungamento con un ritocco all’attuale ingaggio che è di 3 milioni di euro. Molto dipenderà anche dal parere di Ancelotti che, al momento, dovrebbe essere favorevole. La discussione, probabilmente, si aprirà sull’aspetto economico, perché sarà improbabile che Aurelio De Laurentiis accetti la richiesta di aumento. Il Napoli farebbe bene però a non privarsi di Callejon anche perché il suo attuale sostituto, Ounas, pur facendo intravedere delle ottime qualità, sembra un po' acerbo.