Intervenuto al termine del match vinto dal Milan sul campo dell'​Atalanta con il punteggio di 1-3 (rete di Freuler per i nerazzurri e di Piatek (2) e Calhanoglu per i rossoneri) Gennaro Gattuso ha parlato ai microfoni di DAZN, analizzando il match contro i bergamaschi.


Queste le sue parole


SUL MATCH: "Abbiamo fatto una grandissima partita, siamo stati fortunati a pareggiare a fino primo tempo, nella ripresa la squadra ha espresso grande calcio. Dobbiamo continuare così, con questo sacrificio. Basta vedere quanto lavorato i nostri attaccanti esterni sui loro quinti, la voglia di riconquistare palla e ripartire ci sta aiutando, ma adesso testa all’Empoli. Non siamo riusciti a trovare Piatek e Suso, dovevamo cercare di più Bakayoko come abbiamo fatto nel secondo tempo. Gli abbiamo fatto il solletico attaccando così, dritto per dritto, senza palleggiare. Nella ripresa lo abbiamo fatto e ci siamo creati più campo negli ultimi 30/40 metri".

FBL-ITA-SERIE A-ATALANTA-AC MILAN

SU CALHANOGLU: "Io credo in tutti i miei ragazzi. Lui in questi 7/8 mesi ha avuto qualche problema e a livello tecnico ha dato meno di quello che poteva, ma a livello di corsa e di quantità ha sempre dato il massimo. Per noi è un giocatore importante. Il rapporto che ho con lui ce l’ho con tutti, non vale solo per Calhanoglu, quell’abbraccio era per tutti".


SU KESSIÈ: "Giocando uomo su uomo si creano delle linee di passaggio, nel primo tempo eravamo troppo verticali era facile leggerci, dovevamo subire il meno possibile sugli esterni e andare subito in verticale e Kessiè oggi lo ha fatto molto bene, come anche Paquetà, ci siamo preparati così contro una squadra che ti lascia un po’ di campo".