Antonio Percassi, presidente dell'​Atalanta, appare in ogni intervista sempre più soddisfatto della stagione della sua squadra: Gasperini ha dato un'identità e un gioco alla rosa, che continua a mantenersi ad alti livelli e ad inseguire la zona Europa.


Il numero uno del club bergamasco ha parlato anche ai microfoni di Radio Anch'io Sport, tracciando un bilancio della stagione della Dea fino al momento.


Percassi parla inizialmente se sia più importante la Coppa Italia o arrivare quarti in campionato:


"Il primo traguardo per noi è la salvezza. Dopo averla raggiunta penseremo a cosa succederà e a quello che arriverà. Siamo molto contenti della squadra sia che si arrivi a vincere la Coppa Italia sia che si arrivi in Europa".


Ecco però quale sarebbe la scelta:


"L’Atalanta ha vinto l'ultima volta nel ’63 la Coppa Italia. Ci piacerebbe riportarla a casa, ma anche qualificarsi alla Champions sarebbe fantastico. Io credo che il segreto di questo club sia la programmazione e il lavoro che da otto anni portiamo avanti".


Risponde poi sulla possibilità di rimanere a vita nel club orobico:


"Si è creato un rapporto molto intenso e solido, non posso negarlo. Noi come famiglia siamo molto legati a Bergamo e all'Atalanta. Ce l’abbiamo nel cuore e speriamo di saperla gestire bene anche in futuro".


Gian Piero Gasperini

Non accetterebbe volentieri un'offerta dall'estero per Gasperini:


"Non voglio sentire queste cose. Io lo vorrei davvero per sempre qui. Tra noi c'è grande feeling e lui stesso ha espresso la sua grande gioia nel lavorare in questo club quindi non vedo perché separare le nostre strade"


Parla poi nuovamente della vittoria in Coppa Italia contro la Juventus:


Josip Ilicic,Duvan Zapata

"Quella è stata una serata particolare. Hanno avuto qualche problema tra i difensori. Sicuramente stanno lavorando per la Champions League dato che il campionato, secondo me, l’hanno già vinto".


Infine rivela il valore di mercato di Ilicic e Zapata:


"Valgono un po' di più di quando li abbiamo acquistati".