Dusan Zapata,Raman Chibsah,Nicolo' Brighenti

La Top 11 combinata della 20ª giornata di Serie A

La giornata numero 20 del campionato italiano di Serie A si è chiusa ieri con la vittoria della Juventus per 3-0 contro il Chievo Verona. Il Napoli non molla, ma nonostante il successo con la Lazio resta a 9 punti dai bianconeri. Bene il Milan che, a Genova, batte la compagine di Cesare Prandelli e si riporta al quarto posto in classifica.

1. Donnarumma (Milan)

Il portiere del Milan è il grande protagonista della importantissima vittoria dei rossoneri contro il Genoa. Le sue parate sono decisive per lo 0-2 finale. Gattuso aveva chiesto ai suoi di fare la "guerra" in Liguria. Il soldato Donnarumma si fa trovare pronto.

2. Mancini (Atalanta)

Una delle grandi sorprese dell'Atalanta di quest'anno. In fase difensiva è perfetto, non lascia scampo ai malcapitati avversari. Si fa valere anche in attacco segnando il goal che sblocca la partita. Calciatore importante, assolutamente imprescindibile per mister Gian Piero Gasperini.

3. Kolarov (Roma)

Prestazione importante quella dell'ex calciatore del Manchester City. Segna il rigore e non solo. Serve assist al bacio sia ad El Shaarawy che a Dzeko. Si fa valere in fase difensiva, ma in attacco fa la differenza sfornando tanti cross di qualità.

4. Rugani (Juventus)

Un goal importante quello del difensore bianconero. Non tanto per il risultato finale, già abbondantemente archiviato, ma soprattutto per il suo morale. Una rete che potrebbe sbloccarlo definitivamente. Di testa le prende praticamente tutte. Una prestazione che avrà soddisfatto Allegri.

5. Emre Can (Juventus)

Segna il suo primo goal in bianconero. La Juventus ha già fatto sapere che non farà grandi operazioni di mercato nel mese di gennaio, ma un Enre Can in queste condizioni potrebbe essere il vero colpo di questa sessione della campagna acquisti e cessioni.

6. Pellegrini (Roma)

Il tecnico della Roma, Eusebio Di Francesco, lo fa giocare qualche metro più indietro. Pellegrini lo fa nel migliore dei modi. Cresce a distanza, nella ripresa mette in crisi gli avversari con giocate di assoluta qualità come l’assist per El Shaarawy. 

7. Zaniolo (Roma)

Il giovane giallorosso segna una rete da applausi per caparbietà e qualità. Sarebbe sbagliato, tuttavia, fermarsi al goal. Corre, si sacrifica, mette il cuore in campo, ma sempre con tanta qualità. Una prova da incorniciare quella di Zaniolo, un calciatore che ha ancora ampi margini di crescita.

8. Ruiz (Napoli)

Il colpo migliore del Napoli in questa stagione. Carlo Ancelotti lo sposta al centro, Fabian Ruiz risponde nel migliore dei modi con una grande prestazione. Dà quantità e qualità alla manovra azzurra, non disdegna anche i contrasti più duri. Un tuttocampista destinato a crescere ancora.

9. Zapata (Atalanta)

Attraversa uno stato di forma incredibile. Segna ben  4 goal al malcapitato Frosinone e raggiunge Cristiano Ronaldo e Fabio Quagliarella in testa alla classifica capocannonieri con ben 14 reti. Gian Piero Gasperini si gode il colombiano, finito nel mirino, tra gli altri, anche dell'Inter.

10. Muriel (Fiorentina)

Torna in Italia e fa subito il fenomeno. Due goal fantastici, da autentico campione. C'erano ben pochi dubbi sulla sua classe, l'ha fatta intravedere anche in passato in Italia. La Fiorentina spera ora che Muriel possa trovare anche la necessaria continuità nelle prestazioni.

11. Quagliarella (Sampdoria)

La stagione di Fabio Quagliarella, fino a questo momento, è da incorniciare. Va in goal da 10 partite consecutive, il record di Gabriel Batistuta (segno per 11 gare di fila quanto era alla Fiorentina, ndr) è sempre più vicino. 14 i goal per il bomber napoletano.