AC Milan's players celebrate after scoring during their UEFA Europa league match Olympiacos FC and AC Milan at the Karaiskaki stadium in Piraeus on December 13, 2018. (Photo by ARIS MESSINIS / AFP)        (Photo credit should read ARIS MESSINIS/AFP/Getty Images)

Bologna-Milan, ore 20.30: le scelte e la probabile formazione di Gennaro Gattuso

Il Milan dopo la cocente eliminazione dall'Europa League, è chiamato a rispondere sul campo e per il campionato bisogna sfidare il Bologna, al Dall'Ara, in un atipico martedì sera, ultimo match di una lunga 16° giornata.


Gattuso recupera Musacchio e Romagnoli, ma contro i felsinei è più probabile che scenda in campo lo spagnolo, in difesa, con Zapata. Suso c'è e gioca dal primo minuto, come Calhanoglu. In attacco ancora Higuain-Cutrone.

1. Portiere

Tranquillità, questo è quello che sta trasmettendo Gianluigi Donnarumma, portiere rossonero che scenderà al Dall'Ara da titolare dopo il riposo in Europa League. Il classe '97, dovrà cercare di tenere la porta imbattuta e dirigete la difesa nella speranza di non ripetere gli errori delle ultime gare, come quella contro l'Olympiacos in Europa League.

2. Difesa

A lavoro con il gruppo già da qualche giorno, Mateo Musacchio. Dopo l'infortunio con il Betis di inizio novembre, l'ex Villarreal, tornerà a giocare al centro della difesa, insieme a Christian Zapata.


Sulle fasce ci sono Davide Calabria e Ricardo Rodriguez.

3. Centrocampo

Assente nella sconfitta in Grecia contro l'Olympiacos, ritorna in campo Suso. Lo spagnolo sarà impiegato sulla fascia destra nei 4 di centrocampo. Dall'altro lato ecco il turco Calhanoglu. In mezzo al campo la qualità, ma soprattutto la quantità, di Kessie e Bakayoko.

4. Attacco

Il periodo non è uno dei migliori, ma Gattuso non può fare a meno di Gonzalo Higuain. Il Pipita è chiamato a riscattare uno dei periodi più brutti della sua carriera. Infatti, non solo a livello realizzativo, ma anche di prestazioni, il Pipita non è quello di sempre.


Insieme a lui, a cercare di scardinare la difesa avversaria, il 21 enne Patrick Cutrone.

5. La panchina

Recupero quasi al 100% anche Alessio Romagnoli. Il capitano dei rossoneri però, pur convocato, partirà dalla panchina. Non è partito con la squadra per Bologna, l'esterno Fabio Borini, per infortunio.


Ecco la panchina rossonera: Reina, A.Donnarumma; Conti, A. Romagnoli, Abate; Laxalt, Halilovic, Montolivo, Bertolacci, J.Mauri; Castillejo.

6. Tattica e modulo

Gennaro Gattuso non cambia il modulo e rigioca con il 4-4-2 offensivo. Infatti, la capacità di Suso e Calhanoglu sugli esterni è quella di mantenere i terzini avversari bassi, cercare di accentrarsi quando possono e creare pericoli alla porta avversaria.


Non ci sarà l'adattato Abate al centro della difesa, ma l'esperienza e il senso della posizione di Musacchio.

7. Gli avversari

C'è il grande ex. Filippo Inzaghi, ex attaccante e allenatore dei rossoneri, ora sulla panchina dei felsinei, deve vincere per non rischiare l'esonero. Sarà dura battere una squadra che gioca per la Champions League, ma nulla è impossibile. Il tecnico dei bolognesi recupera Calabresi dalla squalifica, ma perde Pulgar per infortunio. Sulla trequarti ballottaggio Dzemaili-Orsolini.


Schema 3-5-2, ecco gli undici di Inzaghi: Skorupski; Calabresi, Danilo, Helander; Mattiello, Poli, Nagy, Orsolini, Dijks; Santander, Palacio.