BUENOS AIRES, ARGENTINA - NOVEMBER 03: Fans of Boca Juniors cheer for his team during a match between Boca Juniors and Tigre as part of Superliga 2018/19 at Estadio Alberto J. Armando on November 3, 2018 in Buenos Aires, Argentina. (Photo by Marcelo Endelli/Getty Images)

I 17 stadi di calcio con l'atmosfera più calda, passionale e intimidatoria del mondo

Nel calcio si cita spesso il proverbiale dodicesimo uomo in campo, quella componente così trascinante e decisiva da arrivare persino a ribaltare le sorti di una partita o a indirizzarle già prima del calcio d'inizio. Il mondo del calcio, ad ogni latitudine, è costellato di tifoserie così appassionate e riconoscibili da diventare una cosa sola col club di appartenenza: dall'Inghilterra all'Argentina, dalla Germania al Brasile, ecco un vero e proprio giro del mondo attraverso i 17 stadi con le tifoserie più calde e temute.

1. La Bombonera - Boca Juniors

La Bombonera è il vero tempio della tifoseria del Boca Juniors, una forza dirompente che contribuisce a rendere unica l'atmosfera che si respira nel cuore del barrio La Boca. Il legame col quartiere è profondo, lo stadio è sempre pieno e gli Xeneizes cantano per 90 minuti, un sostegno che raggiunge il suo apice nelle sfide coi rivali del River Plate. Sfide, queste, note anche per le risse e gli incidenti che costellano la storia del Superclasico.

2. Anfield - Liverpool

 Lo stadio di Anfield Road rappresenta una vera istituzione nel calcio inglese, i Reds possono puntare sul supporto della Kop e in questo senso lo storico e immortale inno "You'll never walk alone" regala brividi ai tifosi di tutto il mondo. La capienza di Anfield non sarà delle più impressionanti, se paragonata a quella di altri importanti templi del calcio, ma la spinta della Kop è da sempre una garanzia e mantiene un fascino immutabile.
 

3. San Paolo - Napoli

L'Italia è ricca di stadi importanti e capienti, sicuramente trascinanti a livello di tifoseria, ma in questo senso il Napoli e la città di Napoli spiccano come un vero e proprio simbolo di calore e di attaccamento. La fede azzurra è una ragione di vita, dentro e fuori dallo stadio, e sugli spalti dell'impianto di Fuorigrotta, questa passione si concretizza e si manifesta: le nottate di Champions League e le recenti sfide contro Liverpool e PSG offrono un grande esempio di cosa possa essere la tifoseria partenopea. 

4. Marakana - Stella Rossa

Uscendo dal circuito dei campionati più ricchi e popolari occorre citare senza dubbio il Marakana di Belgrado, uno stadio che incarna perfettamente il prototipo della fortezza temibile da affrontare. Si tratta di uno stadio tanto caloroso quanto rischioso per chi lo affronta da avversario, i derby tra Stella Rossa e Partizan rappresentano terreno fertile per tafferugli e risse. Bombe carta e fumogeni fanno il resto, rendendo un incubo una trasferta nella casa della Stella Rossa.

5. Signal Iduna Park - Borussia Dortmund

 Il Signal Iduna Park, al secolo Westfalenstadion, è uno degli impianti più affascinanti del calcio europeo e lo è innanzitutto per la sua struttura e per l'utilizzo eccellente che i tifosi gialloneri ne fanno. Un vero e proprio muro da affrontare per le squadre e le tifoserie avversarie, un impatto visivo arricchito dalle coreografie e accompagnato anche da cori inarrestabili. La Sudtribune è la curva più grande d'Europa, più di 24mila tifosi: tutti in piedi, tutti a sostenere il Borussia.
 

6. Santiago Bernabeu - Real Madrid

In tempi piuttosto recenti il difensore Pepe, ex del Real Madrid, si è lasciato andare a dichiarazioni poco lusinghiere sulla tifoseria delle Merengues e sul calore espresso dal Bernabeu. Non saranno certo contenti gli Ultras Sur, la frangia più discussa del tifo e connotata dall'appartenenza all'estrema destra, aspetto che li accomuna paradossalmente agli ultras Colchoneros del Frente Atletico. Lo scontro ideologico più forte, invece, è quello che ha luogo durante il Clasico, di fronte ai catalani del Barcellona.

7. Old Trafford - Manchester United

 Rispetto ad Anfield Road, altro tempio del calcio inglese, il "Teatro dei sogni" è stato spesso accusato di aver perso il fascino di un tempo. La capienza ben superiore a quella dello stadio del Liverpool non è una garanzia a livello di atmosfera, in questo senso non mancano voci critiche sulla folta presenza di tanti turisti e tifosi occasionali alle partite interne dei Red Devils. Aspetti di attualità, questi, che non possono comunque scalfire lo status dell'Old Trafford e il legame con i tifosi dello United.

8. Camp Nou - Barcellona

Il Camp Nou di Barcellona rappresenta un impianto impressionante anche solo pensando alle sue dimensioni, i 99.354 spettatori che può contenere lo rendono lo stadio più capiente d'Europa. I momenti di maggior calore si vivono durante la sfida contro i rivali del Real Madrid, una sfida che al di là delle ragioni calcistiche vive anche di dissapori ideologici e delle spinte identitarie che contraddistinguono i tifosi catalani. Così come nel caso dello United si sottolinea una certa allergia dei tifosi più caldi all'"invasione" di turisti allo stadio.

9. Turk Telekom Stadium - Galatasaray

Un vero inferno: questo è il modo in cui la tifoseria del Galatasaray si presenta a chi arriva in trasferta, una fama sicuramente meritata anche col passaggio dallo storico Ali Sami Yen alla Turk Telekom Arena. Le trasferte in terra turca, del resto, rappresentano uno spauracchio non di poco conto per ogni squadra, l'atmosfera generata dai tifosi è a dir poco intimidatoria, i fumogeni, i cori assordanti e la vicinanza degli spalti al campo contribuiscono a rendere davvero complicato uscire indenni dallo stadio inaugurato nel 2011. 

10. Sheriff Stadium - Sheriff

 La capienza dello stadio inaugurato nel 2002, che può contenere appena 14mila persone, non riesce certo a rendere del tutto l'idea dell'atmosfera che i tifosi dello Sheriff di Tiraspol sanno generare. L'impianto del tutto peculiare e il calore della tifoseria rendono complesso ottenere successi in trasferta per i rivali della squadra moldava, le gare perse della squadra locale nel corso degli anni si contano sulle dita di una mano.
 

11. Lokomotivi Stadium - Lokomotivi Tbilisi

 Dalla Moldavia passiamo alla Georgia e ad al Lokomotivi Stadium, noto anche come stadio Mikheil Meskhi. La capienza è di 27.223 spettatori, numero non certo impressionante ma che lo rendono comunque il secondo stadio del Paese. L'impianto è di proprietà del governo e si trova a Tbilisi, è salito alla ribalta in particolare nel 2004 per la ferocia mostrata dai tifosi locali e la necessità di un ampio ricorso alle forze dell'ordine in occasione della sfida con l'Irlanda. Le tensioni non si legavano tanto ad aspetti sportivi quando a proteste di natura politica.

12. The Den - Milwall

Se sulla carta The Den potrebbe sfigurare accanto agli altri templi del calcio inglese tirati in ballo, pensando alla capienza da 20mila posti, il discorso cambia radicalmente considerando il calore della tifoseria del Milwall. I tifosi del club londinese, del resto, sono protagonisti di rivalità accese e di scontri frequenti: il vero e proprio odio viscerale è quello che contraddistingue la rivalità col West Ham. L'atmosfera non è più quella infernale dell'Old Den, del tutto inospitale per gli avversari, ma lo spirito resta invariato.

13. Estadio Sao Januario - Vasco de Gama

 Lo stadio Sao Januario, sede degli incontri casalinghi del Vasco de Gama, non è certo il più imponente e capiente impianto brasiliano e, in questo senso, potrebbe uscire sconfitto dal confronto con altri stadi. Il calore della tifoseria, però, cambia le carte in tavola: i supporter del Vasco de Gama sono tra i più caldi, le sfide giocate al Sao Januario si rendono spesso sede di scontri violenti e, purtroppo, non mancano esempi tragici e recenti come il derby col Flamengo dello scorso anno, con un morto.
 

14. Mestalla - Valencia

Al di là dei mostri sacri come Real Madrid e Barcellona, parlando di stadi, un ruolo fondamentale in Spagna è quello rivestito dal Valencia: seppur meno temuto delle più prestigiose rivali, infatti, il club gode di un sostegno con pochi paragoni in Europa. La gradinata del Mestalla è la più ripida possibile e l'impatto del tifo, per questo, è amplificato al massimo: un vero catino fatto proprio per intimorire gli avversari data la vicinanza tra i tifosi e il campo.
 

15. Velodrome - Olympique Marsiglia

Il Velodrome di Marsiglia ripropone in modo fedele il calore della città che si riflette dunque sulla passione verso l'OM. Quella dell'Olympique Marsiglia risulta senza dubbio una delle tifoserie più calde di Francia, protagonista di rivalità accese e sentite. Da sottolineare anche una forte connotazione politica, di sinistra, delle frange più calde del tifo marsigliese, gemellato peraltro con Livorno e Sampdoria. Il tifo organizzato dell'OM è tra i più importanti del panorama francese, il Commando Ultras 84 è il più vecchio di Francia.

16. San Mamés - Athletic Bilbao

Il recente ammodernamento dello storico San Mames non è riuscito a scalfire l'impatto della tifoseria basca, l'atmosfera è infatti la stessa che si respirava nel vecchio impianto. La tifoseria dell'Athletic è nota per essere una delle più temibili e calde del panorama spagnolo e l'impianto più moderno non ha raffreddato lo spirito dei biancorossi. Il sostegno alla squadra è continuo, il legame identitario tra il club e il territorio trova poi nel tifo la sua esaltazione.
 

17. Celtic Park - Celtic FC

Il Celtic di Glasgow, insieme ai Rangers, si distingue come uno dei club che domina sul calcio scozzese e la tifoseria biancoverde tira fuori il massimo proprio nella sfida contro i rivali cittadini. L'Old Firm, il derby di Glasgow, rappresenta in questo senso un vero e proprio bagno nell'atmosfera del calcio scozzese e può trasmetterne al meglio il fascino. Un'atmosfera, quella del Celtic Park, che non ha niente da invidiare ai più noti e reclamizzati stadi della Premier League inglese.