"Il gol subito nel finale contro l'Inter era stata una bella mazzata. Stasera abbiamo meritato di vincere. Abbiamo sofferto, siamo arrivati con tanti infortunati, bisogna fare i complimenti ai ragazzi. Loro sono molto fisici, nella ripresa la squadra mi è piaciuta. Speriamo di recuperare qualcuno nei prossimi giorni". Dopo il secondo successo consecutivo agguantato dal suo ​Milan nei minuti finali, Gennaro Gattuso si sofferma ai microfoni di Sky Sport per analizzare la partita e la questione infortuni, non Gonzalo Higuain costretto a lasciare il campo in anticipo contro l'Udinese: "Ha sentito una fitta alla schiena, pensava di aver preso un colpo. Speriamo non sia nulla di grave".Sull'espulsione: "Non ho detto nulla, sono andato solo dall'assistente che aveva alzato la bandierina. Sono stato espulso perché sono uscito dall'area tecnica".


Udinese v AC Milan - Serie A


Sul momento:

"Non eravamo scarsi prima e non siamo fenomeni ora. Vediamo dove arriveremo, le vittorie aiutano a lavorare meglio e con più tranquillità".


Sulle assenze: 

"Non ci possiamo fare nulla. Siamo stati un po' sfortunati. Pensiamo ad una partita alla volta. Domani ho dato ai ragazzi un giorno libero, dobbiamo recuperare energia e poi pensiamo al Betis. Castillejo è entrato bene, anche Borini. Abbiamo bisogno di tutti. Oggi la difesa si è comportata bene, Baka e Kessia hanno contenuto bene in mezzo al campo".


Sulla prestazione:

"Nella ripresa Castillejo e Suso si scambiavano posizione e trovavamo spazio tra le linee. In difesa dovevamo tenere botta. Con Baka non dobbiamo per forza partire dal basso, è fisico e prende la palla di testa sui rinvii. Castillejo deve essere più veleno sotto porta".


Sulla squadra:

"Quando ho conosciuto Suso sembrava impensabile farlo giocare più centrale. Oggi ha fatto la mezza punta per 25 minuti. C'è grande disponibilità da parte di tutti, i ragazzi mi stanno dando tutti. Abbiamo perso diversi giocatori per problemi fisici, ma abbiamo continuato a lavorare e non abbiamo cercato alibi".


Sulla vittoria del Milan Femminile: 

"Sta facendo grandi cose. Ieri ho incontrato mister Morace, ha cambiato modo di giocare e le ho fatto i complimenti. Sono orgoglioso di quello stanno facendo".