​L'Inter continua la rincorsa alla Champion League vincendo a Udine per 4-0 e riportandosi momentaneamente a una sola lunghezza di distanza da Roma e Lazio. Succede - quasi - tutto nel primo tempo: sblocca Ranocchia, sigla Rafinha, chiudono Icardi e Borja Valero. Per l'Udinese resta la delicata situazione in classifica che vede la squadra di Tudor a soli tre punti sopra la zona retrocessione. 

Udinese Calcio v FC Internazionale - Serie A


PRIMO TEMPO - L'Inter parte con aggressività e invade sin da subito la metà campo bianconera. Dopo 4' Danilo salva sulla linea di porta un tentativo di testa di Perisic a Bizzarri battuto. Qualche minuto dopo ci prova anche Icardi, ma il portiere dei friulani blocca comodamente a terra. Il gol è nell’aria e arriva al 12’: corner di Brozovic, spizzata su secondo palo, vincente, di Ranocchia. Alla Dacia Arena è 1-0 Inter.



Per la seconda volta in meno di 20’ Danilo salva di nuovo sulla linea. Ancora su Perisic, che cerca di approfittare di un’uscita di Bizzarri su Icardi che lascia la porta libera: il croato calcia di prima da fuori area e da posizione defilata, ma il difensore salva ancora l’Udinese. La squadra di Spalletti controlla la partita con un costante giro palla. La reazione dei padroni di casa è affidata ad uno stacco di testa alto di Behrami e ad un tentativo di Lasagna stoppato dal piedone di Handanovic. Al 40’ Bizzarri è bravo a deviare in corner la punizione di Brozovic. Al 43’ è raddoppio nerazzurro: su lavoro di protezione di Icardi, Rafinha si lancia verso la porta e chiude il mancino sul primo palo. 2-0 Inter e primo gol con la Beneamata per il brasiliano in prestito dal Barcellona.



2’ dopo è subito tris: lancio di Brozovic per Icardi, che fulmina Bizzarri per la terza volta con un radente esterno destro che taglia le gambe all’Udinese e chiude il primo tempo



SECONDO TEMPO – L’Udinese ci prova subito con un mancino di Lasagna che si spegne però sul fondo alla sinistra di Handanovic. Al 49’, con l’ausilio del VAR, Mazzoleni decide di espellere Fofana per un brutto fallo in ritardo su Perisic: Udinese in dieci. Gli uomini di Tudor faticano a portarsi in avanti, i nerazzurri controllano e addormentano la partita. Intanto Barak entra al posto di De Paul, mentre Santon rimpiazza Dalbert. Al 70’ la squadra di Spalletti chiude definitivamente la partita con il colpo da biliardo di Borja Valero, al secondo gol in campionato



Dentro anche Jankto e Perica al posto di Behrami e Lasagna, mente Spalletti inserisce Karamoh per Candreva e Eder per Rafinha. All'86', in contropiede, l'Inter centra anche l'ennesimo legno stagionale con la traversa colpita da un potente sinistro del giovane francese appena entrato. È l'ultima emozione del lunch match della 36esima giornata di Serie A. ​​L'Inter si impone 4-0 e aspetta i risultati delle romane.