Il presidente del Milan, ​Li​ha trascorso tre giorni a Milano insieme alla sua famiglia. Come riporta l'edizione odierna della Gazzetta dello Sport, c’era anche un altro ampio gruppo di persone, 20-25 tra potenziali sponsor e investitori. Non compaiono nelle foto con Li o magari, considerato l’ampio gruppo al seguito, non tutti entravano nello scatto. Mr Li aveva piacere di farsi vedere dalla squadra e dallo staff, salutare e seguire il derby che poi è stato rinviato dopo la morte di Astori. L’aspetto più commerciale del viaggio ha invece avuto riscontri positivi: gli sponsor cinesi che Li aveva coinvolto nella trasferta sono rimasti piacevolmente stupiti dal centro sportivo, dalla sede e da tutta l’organizzazione del club. Se tanta sorpresa si trasformerà in contratti è ancora presto per saperlo, ma le buone sensazioni restano

CLIMA DI FIDUCIA SUL MILAN - C’è positività in casa Milan e non solo per gli ottimi risultati della compagine di Gennaro Gattuso, ma anche per quanto concerne il rifinanziamento. La dead line per rimborsare Elliott di circa 370 milioni – interessi compresi – è fissata a ottobre ma l’a.d. Marco Fassone conta di saldare prima il debito e dunque di chiudere la pratica già per l’inizio di giugno. C'è una novità: la stessa banca americana Merrill Lynch, con tutta probabilità, tratterà in esclusiva anche la parte del debito in carico a Li. Al 99% sarà così e di nuovo potrebbe coinvolgere più finanziatori: possibile addirittura una «spalmatura» di circa dieci soggetti.