​Un dato davvero incredibile, ma soprattutto "strano" che coinvolge Vincenzo Montella, allenatore del Milan. Uno che ha fatto più di 200 gol in Serie A con diverse maglie, da quando allena, non riesce a far diventare "cannoniere" un suo attaccante.


Infatti, secondo una statistica, non sono mai i centravanti i bomber delle squadre allenate dall'Aeroplanino.


Ai tempi del Catania fu Francesco Lodi, con 11 reti, a prendersi il titolo di goleador. Il regista però, era il battitore designato sia dei calci di punizione che dei rigori. Nei tre anni a Firenze con i viola invece, i goleador della squadra furono tre trequartisti/seconde punte: Jovetic con 13 gol, Giuseppe Rossi con 16 e Ilicic con 8

Calcio Catania v Atalanta BC - Serie A

​Nella Sampdoria? Roberto Soriano, mezzala, con otto reti. Solo al primo anno di Milan c'è stata l'eccezione: difatti, Carlos Bacca, attaccante poi ceduto questa estate, è l'unico che è uscito fuori da queste statistiche segnando 13 reti lo scorso anno.

US Sassuolo v AC Milan - Serie A


E quest'anno? Suso, sei reti, avanti di gran lunga a gente come Kalinic e André Silva.


Maledizione dei numeri 9 o calcio differente? Non si sa, ma un ex bomber come Montella dovrebbe davvero tirare il massimo dai suoi attaccanti e invece, quest'ultimi, sembrano faticare a trovare la via della porta.