Dopo le intricate trattative di mercato per il rinnovo di contratto con il Milan, Gigio Donnarumma è diventato uno dei giocatori più chiecchierati d'Europa. A parlare, però, ci ha pensato lo stesso portiere rossonero, che in una lunga intervista sulla pagine di Sportweek si è raccontato a tutto tondo, rivelando anche qualche curioso retroscena passato:, a partire dai ricordi più belli: "Oltre al derby vinto 3-0 a gennaio di un anno fa, quello del palo di Icardi, la Supercoppa Italiana vinta a Doha a dicembre sulla Juve. La mia parata più bella su Sneijder in Nazionale contro l’Olanda. La parata più importante il rigore decisivo parato a Dybala in Supercoppa". 


AC Milan v AS Roma - Serie A

IL RIGORE DI ICARDI NEL DERBY - "Me l’ha tirato a sinistra. Due campionati fa, nella stessa porta e dalla stessa parte, prese il palo. Perché mi sono buttato dalla parte opposta? L’avevamo studiata in un’altra maniera".


IL NUOVO MILAN - "Con tanti giocatori forti non è semplice trovare subito la chimica giusta per metterli insieme, però il campionato è lungo e noi siamo combattivi. Chi mi ha sorpreso dei nuovi? Conti è veramente forte. E Cutrone è pazzesco: se non fa gol si incazza. Anche se vinciamo, se non segna esce dal campo incazzato".


I PORTIERI - "Il mio preparatore Cura molto i dettagli. La fase di spinta, la presa alta... Lavoro con lui da quattro anni e sono molto migliorato. Avere Antonio (il fratello ndr.) in squadra? Averlo per compagno mi stimola da un lato e mi rasserena dall’altro. È un sostegno, uno stimolo. In ritiro dividiamo la camera, in allenamento scherziamo, e questo aiuta molto a sopportare gli esercizi".


LEGGENDA BUFFON - "Buffon è la storia del calcio dentro e fuori dal campo. Perché è il più forte? Per la sua tranquillità in patita, per la voglia di esserci sempre, in tutte le gare. Per la sua serietà in allenamento. Lo vedo in Nazionale: è l’ultimo a uscire dalla palestra e il primo a entrare in campo".


LOTTA SCUDETTO - "Lo Scudetto? Dico Napoli. Dopo che ha vinto tante volte la Juventus, dico che al Napoli non manca niente quest’anno. Il Milan? Con tanti giocatori forti non è semplice trovare subito la chimica giusta, ma il campionato è lungo e noi siamo combattivi”.