Autore di un'ottima prestazione ​ieri sera sul campo del Chievo, l'esterno spagnolo Suso stamani si è presentato in conferenza stampa in vista del big-match del suo Milan contro la Juventus in programma questo sabato. Il numero 8 rossonero è tornato sulla gara di ieri sera oltre a parlare dei prossimi avversari sottolineando la loro pericolosità: per strappare una vittoria ai bianconeri servirà un grande Milan.

AC Milan v KF Shkendija 79 - UEFA Europa League Qualifying Play-Offs Round: First Leg

SUL CHIEVO - "Eravamo bloccati, avevamo bisogno di una vittoria per prendere fiducia. Adesso è un momento buono per preparare la partita con la Juve, dobbiamo dimostrare di essere in crescita. Dobbiamo giocare al 100%, avevamo bisogno di una vittoria così. Dobbiamo arrivare a sabato e giocare da squadra, a San Siro dobbiamo almeno non perdere".


LA JUVENTUS - "In questo tipo di partite, con due squadre grandi, può succedere di tutto. Penso che loro saranno molto organizzati come sempre, noi dobbiamo essere uniti. Io penso che la Juventus è più forte di noi, altrimenti saremmo avanti loro. Se segno torno a casa piedi, tanto abito a 50m (ride). Adesso l'importante è vincere".


IL FUTURO - "Champions? È ancora presto per parlarne. Un mio sacrificio in caso di mancata qualificazione? No, io ho rinnovato poco tempo fa, Fassone non mi ha detto niente. Io mi sento molto importante, nella mia testa c'è la voglia di rimanere per tanto tempo".