​Intervistato dai colleghi del Corriere della Sera, Marco Fassone ha fatto il punto della situazione per quel che riguarda il rinnovo contrattuale di Gigio Donnarumma, precisando alcuni dettagli e facendo trapelare un sostanziale ottimismo.


Atalanta BC v AC Milan - Serie A

"Avevo anticipato che le porte del Milan sarebbero state riaperte qualora Gigio avesse voluto ripensarci. Qualche ripensamento c’è stato: ho la sensazione che siamo molto vicini all’accordo con il giocatore e la sua famiglia, fermo restando che non vogliamo scendere ad altri tipi di compromessi. Credo che siamo a un giorno o due dalla decisione, che spetta al giocatore".


Poi l'amministratore delegato spiega alcune difficoltà della trattativa legate a Mino Raiola: "Queste decisioni non vengono mai prese dai giocatori da soli. Ci sono gli agenti, in questo caso ce n’è uno molto bravo, che ha sue idee e convinzioni, che sono un po’ lontane dalle nostre, quindi non so quale sarà la scelta finale. Fino a quando qualcuno non mi dice il contrario il mio interlocutore è Mino, con cui parlo più volte al giorno. Credo che la parte di accordo che riguarda giocatore e famiglia sia vicina, l’altra è più complicata...".


Infine piccola frecciatina alla vecchia dirigenza: "Ho trovato due giocatori importanti in scadenza nel 2018 (Donnarumma e De Sciglio), immagino che prima di aprile siano stati fatti tutti i tentativi per prolungare..."