Gli 8 Top allenatori che non sono stati calciatori professionisti

Nel mondo del calcio spesso gli allenatori sono stati anche grandi calciatori professionisti, che hanno acquisito durante la loro carriera all'interno del rettangolo da gioco, l'esperienza necessaria per dirigere una squadra dalla panchina. Però ci sono anche alcuni casi, di tecnici che hanno avuto (e stanno avendo) una discreta (in alcuni casi ottima) carriera da allenatori anche senza aver avuto l'esperienza di giocatore a calcio a livello professionistico. 

Vediamo insieme al Top 8 degli allenatori che non sono stati calciatori a livello professionistico.

*la classifica è soggettiva

8. Arrigo Sacchi

Al primo posto troviamo Arrigo Sacchi, tecnico italiano classe '46.


Sacchi ha giocato a calcio a livello dilettantistico, dividendosi con il lavoro nell'azienda di calzature del padre. A 31 anni decise di iniziare ad allenare e dopo la varia gavetta nelle categorie inferiori venne chiamato da Berlusconi al Milan. 


Il tecnico italiano cambiò radicalmente i metodi di lavoro e il modo di giocare a calcio portando il Milan a vincere uno scudetto, due Coppe dei Campioni e due Coppe Intercontinentali.


Tutt'ora viene ricordato il suo Milan e la sua capacità di cambiare mentalità al calcio italiano.

7. José Mourinho

Al secondo posto troviamo José Mourinho, tecnico portoghese classe '63.

Ha provato ad intraprendere la carriera da calciatore professionista, ma visti gli scarsi risultati ha preferito intraprendere presto la carriera da allenatore. 

Definito lo Special One, ha vinto tanto, partendo dal Porto e proseguendo la carriera da tecnico sulle panchine di Chelsea, Inter e Real Madrid. 

Ora continua la sua avventura allo Stamford Bridge

6. Rafael Benitez

Al terzo posto troviamo Rafa Benitez, tecnico spagnolo classe '60.

Da giocatore ha giocato nelle giovanili del Real Madrid, senza riuscire ad effettuare il salto in prima squadra. Per qualche anno si è disimpegnato nelle categorie inferiori spagnole, ritirandosi dal calcio giocato a 25 anni a causa di un infortunio al ginocchio.

Da allenatore ha vinto tanto, principalmente sulle panchine di: Valencia, Liverpool, Inter e Chelsea. 

Ora lo spagnolo è al Napoli. 

5. Sergio Markarián

Al quarto posto troviamo Sergio Markarián, tecnico uruguaiano classe '44.

Prima di diventare allenatore, era dirigente di un'azienda di combustibili. La voglia di sedersi in panchina arrivò dopo aver assistito ad una sconfitta dell'Uruguay. 

Markarián però non allenò mai in patria, diventando comunque famoso in sudamerica grazie alle vittorie di: 4 campionati paraguaiani, 2 campionato peruviani e 1 campionato cileno.

4. Avraham Grant

Al quinto posto troviamo Avraham Grant, tecnico israeliano classe '55.


Allenatore molto stimato soprattutto in patria, grazie ai 4 campionati vinti sulle panchine di Maccabi Tel Aviv e Maccabi Haifa. 


Ha sfiorato la vittoria della Champions League con il Chelsea (finale persa contro il Manchester United).

3. Zdenek Zeman

Al sesto posto troviamo Zdenek Zeman, tecnico ceco classe '47.

Il tecnico boemo prima di sedersi in panchina ha giocato a hockey sul ghiaccio, pallanuoto e pallamano. Poi il corso di allenatore a Coverciano e il primo incarico alla guida delle giovanili del Palermo.

Viene ricordato (sul campo) per il grande miracolo a Foggia e per la promozione di tre anni fa del Pescara in Serie A. Il suo marchio di fabbrica è il 4-3-3.

Ora ci prova sulla panchina del Cagliari. 

2. Jose Luis Sanchez Sola

Al settimo posto troviamo Jose Luis Sanchez Sola, tecnico messicano classe '59.

Sanchez Sola non è mai riuscito a giocare nel calcio professionistico ma è diventato uno degli allenatori messicani più apprezzati soprattutto nel centro-nord America. 

Attualmente è alla guida del Pu

8 / 8

1. Gregorio Manzano

All'ottavo posto troviamo Gregorio Manzano, tecnico spagnolo classe '56. 


Prima di sedersi in panchina, Manzano lavorava come psicologo ed insegnante di lingue. Non ha mai calcato (da giocatore) il rettangolo da gioco a livello professionistico.


L'unica sua vittoria è la Coppa del Re con il Maiorca nella stagione 2002-2003 (la prima nella storia del club spagnolo).

8 / 8