​Dopo una parentesi non entusiasmante vissuta al Milan e gli evidenti dissapori avuti con Vincenzo Montella, basti ricordare il tweet polemico del giocatore nei confronti dell'ex tecnico rossonero, Carlos Bacca è tornato a vivere un momento sereno. L'attaccante colombiano ha iniziato la stagione 2016-2017 in maniera non esaltante ma comunque positiva. E i numeri sono, al momento, accettabili: l'ex centravanti di Siviglia e Milan ha collezionato 7 reti e 2 assist nelle sue 19 apparizioni stagionali. Motivo per cui il Villarreal, suo attuale club, sta valutando l'ipotesi di esercitare il diritto di riscatto per acquisire il suo cartellino a titolo definitivo. 


La società spagnola, tuttavia, nonostante sia interessata ad acquistare Bacca è ancora molto titubante per via del costo, ritenuto eccessivo, dell'intera operazione. Perché dopo aver sborsato 2,5 milioni di euro per il prestito, il Villarreal dovrebbe pagare altri 15,5 milioni di euro per il riscatto definitivo. Una cifra che sta facendo un po' storcere il naso ai dirigenti, che adesso intendono giocare al ribasso cercando un punto di incontro con il Milan.

Secondo quanto riportato da calciomercato.com il Villarreal è pronto ad incontrare i dirigenti del Milan al fine di ottenere uno sconto. Il club spagnolo vuole riscattare Bacca, ma a cifre inferiori rispetto a quelle concordate. Si parla di una richiesta che potrebbe aggirarsi sui 10 milioni di euro anziché, come detto in precedenza, dei 15.5 milioni di euro previsti. Per quanto riguarda il giocatore possiamo dire che il suo intento sembra quello di continuare a vestire la maglia del Villarreal, anche perché in Spagna si trova bene e il gioco del club riesce ad esaltare le sue caratteristiche. Quindi anche se le due parti non dovessero trovare un accordo è parecchio difficile che il ragazzo torni ad indossare la casacca rossonera.