​Clamorosa indiscrezione rivelato da Alfredo Pedullà, giornalista di Sportitalia, sul proprio sito ufficiale. Secondo Pedullà, ci sarebbe gelo, una piccola rottura, tra Gianluigi Donnarumma, portiere del Milan e il suo procuratore, Mino Raiola.


Alla famiglia del numero 99 rossonero, non sta piacendo l'atteggiamento del manager. I continui battibecchi a distanza, le critiche e le stoccate che sta lanciando alla società lombarda, sta facendo arrabbiare non poco e in futuro si possono aprire degli scenari inaspettati.

Raiola aveva fatto di tutto per convincere il suo assistito e la famiglia a trasferirsi a Parigi, per giocare nel Paris Saint Germain, con un accordo economico forse mai visto prima: ingaggio doppio rispetto a quello che percepisce a Milano, clausole, commissioni, buone uscite così da far felici tutti, ma alla fine Donnarumma ha scelto di restare al Milan, scelta accettata dall'agente, ma non condivisa.


Sappiamo bene che Raiola lavora molto sui trasferimenti dei propri giocatori. È talmente bravo a fare ciò che si è trovato spiazzato anche lui dalla decisione finale di Gigio. Quest'ultimo però, dopo aver accettato il rinnovo contrattuale e iniziata la stagione, pensava che era finito il tempo della discussione così da dare "voce" solo alle storie di campo.

Invece no. Raiola e i dirigenti del Milan si sono continuati ad attaccare. Il procuratore italo-olandese ha continuato sulla sua strada e questo non piace alla famiglia stabiese che non apprezza il fatto che l'agente del loro figlio faccia di conto suo e vada diritto per la sua strada senza guardare l'interesse presente dell'assistito.


In futuro sapremo di più. L'odore di rottura è sempre più grande. Raiola-Donnarumma è una coppia che potrebbe scoppiare. Per la felicità di Fassone, Mirabelli e i tifosi milanisti...